Le città di notte

Europe and its nightlights, seen from the ISS

Melbourne, Australia, seen from the ISS at night Wolgograd, een heel herkenbaar hoefijzer in de nacht

NL 85 mm vannacht

Vannacht. Nijl, Egypte, Israel, Arabisch schierleiland, Libanon, Syrie, Turkije. Zonsopkomst in het Oosten. Ierland, N-Ierland, Schotland, Engeland, Wales

Molti di voi sanno quanto è dura fare foto notturne decenti: è facile infatti che vengano mosse. Una impostazione ISO molto elevata e un cavalletto aiutano senz’altro, ma il movimento della terra rende quasi impossibile fotografare le stelle in modo definito quando i tempi di esposizione si allungano. Con ogni probabilità finiresti nelle (comunque splendide) scie stellari

Ora, immagina di guardare giù verso il nostro pianeta dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). E’ a circa 400 km dalla terra, in orbita a circa 27.500 Km/h: fare foto ferme e ben definite è una bella sfida!

Questo è il motivo per cui André Kuipers, uno degli astronauti attualmente a bordo della ISS, ha appena installato NightPod, uno strumento capace di compensare il movimento terrestre, permettendo queste magnifiche foto.

Scopri di più su NightPod e i lavori di André Kuiper nel sito esa PromISSe.

Foto di André Kuipers/europeanspaceagency.